1. Lettera di credito irrevocabile. La lettera di credito irrevocabile non può essere modificata o annullata senza il consenso delle parti. Questo impegno fondamentale consente all’esportatore di preparare la merce o di predisporla per la spedizione con la certezza di ricevere il pagamento se presenterà i documenti richiesti. L’unico modo per cancellarli o modificarli è quando tutte le parti coinvolte nell’operazione esprimono il loro consenso in tal senso. Nel caso in cui una lettera di credito non indichi se è revocabile o irrevocabile, sarà considerata irrevocabile.
2. Lettera di credito confermata La lettera di credito confermata fornisce all’esportatore assoluta sicurezza di pagamento, la conferma di un credito irrevocabile da parte di altra banca (banca confermante) mediante autorizzazione su richiesta della banca emittente, costituisce impegno fermo da parte della banca confermante, oltre a quella della banca emittente, a condizione che i documenti richiesti siano stati presentati alla banca confermata o ad altra banca designata secondo i termini e le condizioni del credito. In genere ciò consente all’esportatore di assicurarsi di ricevere il pagamento da una banca locale.
3. Lettera di credito non confermata La lettera di credito non confermata stabilisce che la banca dell’acquirente deve esaminare i documenti e procedere al pagamento, con la banca dell’esportatore che agisce solo come notificante. In altre parole, questa modalità esonera le banche diverse dall’emittente da qualsiasi impegno di pagamento nei confronti del beneficiario, poiché si limitano a comunicare al beneficiario i termini e le condizioni dell’operazione, l’unica banca che si impegna a pagare è l’emittente, ma come generalmente notato questo è in un altro paese. Il grande svantaggio di questo tipo di lettera di credito è che l’esportatore non ha l’obbligo assoluto e incondizionato della banca notificante.
4. Lettera di credito a vista oa termine. La lettera di credito può prevedere il pagamento a vista (immediato) o il pagamento a data futura (lettera di credito rateale).
5. Lettera di credito con clausola rossa. La lettera di credito con clausola rossa consente all’esportatore di ottenere pagamenti anticipati a rischio e spese dell’acquirente. La banca pagherà una percentuale dell’importo totale del credito.
6. Lettera di credito con clausola verde. Ha la stessa portata della clausola rossa, salvo che in base alla lettera di credito rilasciata con la clausola verde, il pagamento anticipato viene effettuato dietro presentazione di un certificato di deposito o mandato, che garantisce la disponibilità della merce (totale o parziale) all’importatore (acquirente). Questa clausola ha un rischio minore per l’importatore.
7. Lettera di credito trasferibile. La lettera di credito trasferibile è quella che autorizza il beneficiario a trasferire i fondi in tutto o in parte ad altri beneficiari. Normalmente il beneficiario del credito è il venditore della merce, tuttavia, previo accordo tra le parti, il credito può essere in favore di un terzo. Questa modalità viene utilizzata viste le esigenze del traffico commerciale internazionale, la presenza di intermediari che fungono da ponte tra l’acquirente e il venditore (broker) e le esigenze di finanziamento delle imprese.
8. Stand by lettera di credito. Questo tipo di lettera di credito viene utilizzata per garantire il pagamento ad un creditore, se il debitore non adempie ai suoi obblighi contrattuali, l’unico requisito affinché il beneficiario possa riscuoterlo è che normalmente verifichi con un documento certificato da un terzo parte che il suo debitore non gli ha pagato.